La piramide dei bisogni di Maslow

Quali sono i tuoi bisogni? Prima di procedere nella lettura, prova ad elencarne alcuni, non limitandoti ai soli bisogni essenziali, come mangiare o respirare.

Molto probabilmente la maggior parte dei bisogni a cui hai pensato trova una collocazione nella piramide dei bisogni di Maslow,

Abraham Maslow è uno psicologo vissuto nello scorso secolo.
Ha rappresentato i bisogni degli esseri umani in una piramide, allo scopo di metterne in evidenza la priorità: fintanto che i bisogni dei livelli inferiori non sono soddisfatti, i bisogni dei livelli superiori non vengono presi in considerazione.

Rappresentazione grafica della piramide dei bisogni di Maslow
La piramide dei bisogni di Abraham Maslow

I bisogni legati alla sopravvivenza fisica

  • al primo livello sono collocati i bisogni fisiologici, come mangiare, dormire, respirare, e così via;
  • al secondo livello ci sono i bisogni di sicurezza, intesi sia come protezione dai pericoli esterni, sia come avere una “sicurezza interiore”: avere una stabilità (avere un reddito, avere una casa), avere il controllo: la giornata deve essere organizzata, la casa in ordine, e così via.

Il fatto che questi bisogni siano alla base della piramide, indica che quando una persona ha fame, o sonno, o deve andare urgentemente al bagno, oppure il suo posto di lavoro è in pericolo, difficilmente presterà attenzione ad un discorso sul pericolo di estinzione del Pesce spatola cinese (o a qualunque altro discorso che esuli dal ripristinare la soddisfazione del bisogno in deficit).

Allo stesso modo, la priorità dei bisogni ci dice che il momento migliore per “chiarire una questione” con il nostro partner NON E’ quando torna a casa stanco dal lavoro (anche se attendevamo quel momento da tutto il giorno, perché qualcosa ci rodeva dentro).

I bisogni legati alla sopravvivenza psicologica

  • al terzo livello sono presenti i bisogni di affetto e di appartenenza, come avere una famiglia o essere accettati da un gruppo (gli amici, i compagni di squadra, i colleghi, un club ecc.); in questo livello risiede anche il bisogno di comunicare e di avere buone relazioni con gli altri.
  • al quarto livello ci sono i bisogni di riconoscimento sociale. A noi non basta essere accolti in un gruppo, vogliamo anche sentirci importanti, essere ammirati, rispettati. Vogliamo essere al centro dell’attenzione, essere considerati, essere “qualcuno che conta”, o quantomeno “contare per qualcuno”.

La mancata soddisfazione di un bisogno, causa sempre una reazione di stress.
Un’attacco al senso di autostima di una persona rappresenta una mancata soddisfazione di un bisogno del quarto livello ed è causa di una reazione di tipo Fight or Flight.

L’autorealizzazione

Il quinto livello riguarda i fini superiori dell’individuo, come il bisogno di dare uno scopo alla propria vita.

In questo sito, il tema dell’autorealizzazione verrà presto trattato in questi post:

  • Come vuoi fare da grande?
  • Da egoismo a oblatività

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *